Corpuscoli di Krause
di Fabiano Alborhetti

sabato 19 novembre 2022
ore 20.30
Posti limitati: prenotazioni@agorateatro.ch

Un incontro con il teatro in cui la poesia prende corpo nella voce di Fabiano Alborghetti e di Olimpia De Girolamo e si snoda nelle musiche composte da Federica Gennai.
Il poeta per la prima volta si confronta in questa raccolta edita da Gabriele Capelli, con una dimensione più breve restando però fedele alla sua vena civile più profonda, intima, senza mai indulgere al sentimentalismo o al compiacimento retorico. Alborghetti ha fatto della categoria del sogno - e non solo della realtà sociale -una sorta di nostalgia ontologica, una stagione creativa che brucia la realtà.

Fabianno Alborghetti (1970) ha scritto di critica, fondato riviste, creato programmi radio, progetti in carceri, scuole e ospedali ed è promotore culturale. Collabora inoltre come consulente editoriale per case editrici e riviste in Svizzera e all'estero. È presidente della Casa della Letteratura della Svizzera italiana. Nelle vesti di autore, rappresenta la lingua italiana e la Svizzera nel mondo su mandati ufficiali e traduzioni di sue poesie sono apparse su riviste, antologie in più di 10 lingue. Ha pubblicato 6 raccolte di poesia tra le quali "Maisner" (Premio Svizzero di Letteratura 2018) poi prodotto integralmente come radiodramma dalla RSI Radiotelevisione della Svizzera Italiana. Dal 2017 è al lavoro per un romanzo in versi basato sulla comunità Walser (Borsa letteraria di creazione UBS Cultura e Borsa di creazione della Fondazione Landis & Gyr).

Olimpia De Girolamo (1975) è autrice, attrice, insegnante e formatrice teatrale. È co-direttrice artistica dell'Agorà Teatro e creatrice e curatrice della Rassegna Annuale "Segni d'arte". Con il monologo "LA MAR" vince il Premio Fersen nel 2018 ed è finalista al Premio Donne e Teatro nel 2017. Nel 2021 vince il Premio Opennet nell'ambito elle Giornate Letterarie di Soletta con il racconto "Il primo scalino: l'assalto del passato" che diventerà il romanzo "Tutto ciò che siamo stati" edito nel maggio 2022 da Gabriele Capelli Editore.

Federica Gennai, musicista, vocalist, compositrice, performer, vocalità eclettica, cantante, pianista, compositrice, arrangiatrice. Laureata summa cum laude al Conservatorio G. B. Martini di Bologna in musica jazz (triennio e biennio) sotto la guida di Diana Torto. Tiene seminari e master classes sulla vocalità, si occupa di cori di voci bianche e laboratori orchestrali, nonché svolge attività didattica e collaborazioni professionali con prestigiose Scuole di musica, Istituti Musicali, Associazioni Musicali. Si esibisce in importanti festival e rassegne in Italia e all’estero e collaborando con musicisti di fama internazionale. Nel 2021 vede la luce il nuovo progetto “Poièo”, una produzione nata all’interno della prima edizione del Festival Letterario “Lettere dalla Svizzera alla Valposchiavo”, in cui esegue musiche originali da lei composte su testi di autori svizzeri nelle quattro lingue nazionali. In ambito contemporaneo collabora con associazioni ed istituzioni attive sul territorio italiano ed internazionale come CLUSTER , SPAM! Rete per le arti contemporanee , ALDES, CASA BESTA (Svizzera), COMPAGNIA INAUDITA (Svizzera ), VICEVERSA LITERATURE (Svizzera), in veste di compositrice, vocalist, vocal coach e performer.